La nuova BMW Serie 1

BMW Serie 1

La nuova BMW Serie 1
La nuova BMW Serie 1

La casa tedesca si impone con stile con la nuova BMW Serie 1 che abbandona la costosa trazione posteriore. Grazie a questa rivoluzione il veicolo risulta più leggero e spazioso. Anche il look cambia e strizza l’occhio alle altre auto della casa tedesca, come la Serie 2 Active Tourer e la X2. La capacità di carico aumenta, con 380 litri, ovvero 20 in più rispetto al modello precedente. L’auto è lunga 4,31 m, larga 1,79 m e alta 1,43 m, mentre il passo tocca quota 2,67 m. Per gestire la potenza è stata applicata la tecnologia ARB che limita lo slittamento delle ruote e lavora assieme al BMW Performance Control con frenata automatica sulla ruota interna alla curva.

BMW Serie 3 Touring

Desta attenzione anche la BMW Serie 3 Touring 2019 basata sulla piattaforma CLAR (Cluster Architecture) il modello è più spazioso e tecnologico rispetto al precedente senza rinunciare agli standard prestazionali delle serie precedenti. Il passo è stato portato a 285 cm con una lunghezza di 471. Il vano bagagli, ora è di 500 litri (fino 1.500 litri, con lo schienale del divano posteriore abbattibile 40/20/40). I tecnici BMW hanno ideato un nuovo sistema di trattenuta con delle gomme “attive” inserite nel pavimento che tengono i bagagli fermi senza bisogno di altri sistemi di trattenuta alzandosi quando il portellone si chiude. La gamma motori per il lancio è composta dalla 320d da 190 CV a trazione posteriore o integrale e dalla 330d Touring xDrive da 265 CV. Per gli amanti del benzina abbiamo il 2.0 da 184 o 258 CV e il tremila da 374 CV.  Il 2.0 turbodiesel da 150 CV arriverà successivamente.

BMW M8 e M8Competition

Con la loro anima sportiva, le BMW M8 e M8Competition risultano essere un’altra novità del Salone. Equipaggiate con il propulsore più potente mai sviluppato dalla divisione motorsport della casa dell’Elica: un V8 biturbo di 4.4 litri già visto sulla M5, che nel caso della M8 sviluppa fino a 600 CV di potenza e 625 CV per la M8 Competition; la coppia è di 700 Nm tra i 1.800 e i 2.500 giri.

BMW M Next

La BMW M Next che anticipa una ibrida plug-in da 600 cavalli è un’altra chicca presentata da BMW per amplificare il suo concetto di mobilità futuristica. Dotata di linee affilate, Il grigio BMW è rafforzato dalla parte bassa con fibra di carbonio a vista e le estremità anteriori e posteriori in Thrilling Orange. I fari Full-LED sono sottilissimi e gli specchietti laterali sono sostituiti da telecamere. Tutto ciò rende il design elegante ed essenziale. Inoltre i cerchi posteriori sono stati quasi chiusi per ottimizzare i flussi aerodinamici. L’auto è dotata di 2 motori elettrici (uno per ogni asse) e un 4 cilindri turbo solo per le ruote posteriori. La potenza tocca i 600 CV, ed è in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 3 secondi e raggiunge una velocità massima di 300 km/h. L’autonomia in sola modalità elettrica è di circa 100 km. Inoltre, potremo scegliere se sfruttare la trazione integrale o solo quella posteriore.

BMW concept 4

Il futuro inoltre è perfettamente rappresentato dalla BMW concept 4. Nella parte frontale risalta la griglia a doppio rene, in stile iNEXT. Inoltre, i fari a LED sono decisi e sportivi e ricordano quelli della M8. Particolare è anche il taglio dei finestrini laterali, minimizzato per dare maggiore luminosità all’abitacolo.

BMW i Hydrogen NEXT

Lo stile futuristico di BMW si evince anche dalla nuova BMW i Hydrogen NEXT, veicolo di prossima generazione, con un concept che richiama la mobilità a idrogeno del futuro e sul quale la BMW sta lavorando insieme a Toyota. La versione di serie sarà basata sulla nuova BMW X5 con debutto sul mercato di una piccola serie prevista per il 2022.

Ti è piaciuta la nuova BMW Serie 1? Guarda anche le novità Opel oppure le offerte di noleggio a lungo termine BMW