Lexus NX: dimensioni da SUV, consumi da citycar

La lussuosa ibrida combina la classe e lo spazio dei SUV con i consumi delle piccole cittadine.

 La lussuosa ibrida combina la classe e lo spazio dei SUV con i consumi delle piccole cittadine. - News Automotive

La Lexus NX Hybrid colpisce subito per la sua linea: inconfondibile, originale, con delle linee spigolose ma slanciate, non passa insomma inosservata anche da ferma. Le dimensioni del veicolo raggiungono i 463 centimetri di lunghezza, mentre si espande per 1 metro e 87; lussuosi anche i cerchi in lega da 18" di serie.

noleggio Lexus NX hybrid 2016 La vettura all'interno è confortevole e il guidatore ha a disposizione uno schermo da 8" per tenere sotto controllo il funzionamento e la situazione del flusso delle batterie; anche la qualità delle rifiniture è elevata, a partire dalla pelle dei rivestimenti, con cuciture rosse a vista.

noleggio Lexus NX hybrid 2016

Quello che però colpisce particolarmente è l'abbondanza di spazio, sfruttato intelligentemente in ogni singolo centimetro: per il divano posteriore infatti, il tunnel centrale non è ingombrante e non ruba aria al terzo passeggero, il quale può quindi sedere più che comodamente.
Inoltre, a differenza di molte ibride, le batterie dei motori elettrici sono poste sotto al divano per non togliere spazio al baule, il quale infatti mette a disposizione ben 555/1600 litri di capienza.

La propulsione dell'ibrido, costruito sul 2.5 a benzina a ciclo Atkinson e due motori elettrici, è stata ideata per ridurre al massimo i consumi, privilegiando di fatto una guida rilassata e poco sportiva. Non a caso si ottiene la migliore efficienza in città, grazie ai numerosi rallentamenti che permettono la ricarica delle batterie, raggiungendo un consumo di un litro di benzina ogni 16,7 km.

noleggio Lexus NX hybrid 2016

Infine, come ogni ibrida che si rispetti, non si può assolutamente sottovalutare il discorso delle emissioni di C02: la NX promette circa 121 grammi per km.


Fonte: alvolante.it

7 marzo 2016
Pubblicato da Roberto La Sala